banca e banca online/ SURVIVAL KIT

Se vivete in Francia per un periodo superiore a tre mesi, l’apertura di un conto corrente bancario in Francia può facilitare la vita quotidiana: vi permetterà  di ricevere lo stipendio, pagare l’affitto e gestire le spese. 

Per aprire un conto bisogna presentare alla banca prescelta:

- Un documento di identità  originale e non scaduto (passaporto, carta d’identit )
- Un giustificativo di domicilio
- Prova di reddito per i lavoratori (buste paga, contratti di lavoro o di iscrizione a un corso di studi per gli studenti)

La banca si riserva il diritto di rifiutare l’apertura senza spiegare le ragioni, ma esiste in Francia una procedura chiamata Droit au compte che garantisce il diritto di aprire un conto bancario: ci si può rivolgere alla Banca di Francia con la lettera di rifiuto e la Banca di Francia può intervenire perché la persona abbia la possibilità  di aprire un conto e di avere un minimo di servizi bancari. Per saperne di più sulle procedure: Banque de France.

Ci sono in Francia diverse banche di origine italiana, in particolare:

BNL-BNP Paribas : www.bnl.it –  www.bnpparibas.com

Monte dei Paschi di Siena : www.montepaschi-banque.fr

Intesa Sanpaolo : www.intesanpaolo.com

Unicredito Italiano : www.unicreditgroup.eu

Banco Espirito Santo et de la Vénétie (partecipazione banca Intesa Sanpaol.

Una volta aperto il conto potete scegliere di avere un compte-chèque con un libretto degli assegni (gli chèques, appunto) e una carte bleue (equivalente della carta Visa, così chiamata perché in origine erano tutte di colore blu). Questa funzione come bancomat, per ritirare dei soldi o per pagare, oppure come carta di credito per acquistare beni e servizi con pagamento differito. In generale la funzione bancomat molto più diffusa.

La carte bleue e gli assegni (sempre meno usati) servono a tutto: dal biglietto della metro a 1,80%, all’acquisto di un quadro di valore, passando per rateizzazione di acquisti. I francesi pagano molto poco in contanti.

La carte bleue funziona con un codice PIN di 4 cifre, molto raramente è necessaria la firma.

Assegni:


À payez contre ce chèque : scrivere il valore dell’assegno in lettere (in francese, bien sûr)
'À ‘ oppure ‘à l’ordre de’: nome dell’intestatario dell’assegno
Nel riquadro a destra: l’importo in cifre. Attenzione: il punto serve a separare le migliaia (1.200 = 1 200 euro) mentre la virgola serve per i centesimi (1.200 euro = mille duecento euro e 60 centesimi).
“Fait à“: luogo in cui si emette l’assegno
Firma

Il numero dell’assegno al di solito in basso a sinistra, mentre le altre cifre corrispondono al numero di conto.

Una volta in possesso della CB bene conservare il numero per bloccare la carta (faire opposition) in caso di perdita o di furto e tutti i dati del conto e della carta.
Per gli assegni c’è anche un numero d’emergenza 24 ore su 24 della Banque de France: 08 36 68 32 08.

BANCA ONLINE

Una soluzione per chi non ha (ancora) un indirizzo fisso è di aprire un conto “Nickel”: si può aprire dal tabaccaio o direttamente online con un documento d’identità , mentre il “giustificativo di domicilio” è facoltativo.
Detto anche “la banca senza banca” permette di gestire tutte le operazioni correnti, anche per le associazioni.
Per saperne di più: https://compte-nickel.fr/

Billets  Banconote
CB (carte bleue) Carta di credito e di debito
Change  Cambio valute
Compte courant (dall’italiano) Conto corrente
Compte chèque  con libretto di assegni
Compte d’épargne Conto di risparmio
Découvert Scoperto, fido
Distributeur Bancomat
Encaissement  Riscossione
Guichets automatiques  Bancomat automatici
Livret (o meglio, Compte d’épargne sur le Livret) Conto di risparmio
Payer en espèces/en liquide  Pagare in contanti
PIN (Personal Identification Number) Numero d’identificazione personale (codice di 4 cifre)
RIB ( Relevé d’Identité Bancaire) Dati sul conto bancario
Relevé de compte Estratto conto
Opposition  Fermare un ordine di pagamento
Solde Saldo

TIP (Titre Interbancaire de Paiement) Pagamento interbancario. Tagliando staccabile per i pagamenti interbancari che si trova su bollette, abbonamenti o altro. Firmandolo e rimandandolo si autorizza la banca ad effettuare il prelievo.
Virement  Bonifico bancario